Attributi quantici dell’energia planetaria


Attributi quantici dell’energia planetaria

Continuo la serie di articoli che descrivono l’energia planetaria andando un po’ più a fondo nello svelare i segreti di questo affascinante argomento.

Precedentemente abbiamo descritto l’energia planetaria come una forma di energia oro, capace di creare vari effetti fra cui risonanza, armonizzare due enti e creare collegamenti, stimolare la crescita fisica e mentale, ecc..

Un altro attributo che hanno alcune forme di energia oro e che condividono quasi tutte le energie planetarie (sia chiaro che ogni pianeta genera una forma di oro planetario dalle qualità differenti), è la capacità di agire nel tempo come se questo apparentemente non esistesse.

La frequenza sottile di alcuni pianeti ha infatti la capacità di mandare energia e quindi lavori di rilascio e ricalibrazione nel passato o nel futuro..

L’energia oro della Luna ad esempio è ottima per lasciare andare il passato, mentre l’energia oro di Saturno ha una funzione di spingere la crescita verso il futuro. Molti altri pianeti hanno questi attributi, addirittura Urano condivide gli aspetti del mandare energia nel passato e nel futuro agendo così da vero motore temporale (effetto time machine).

Il tempo secondo molte correnti di pensiero è un illusione creata dai sensi incarnati, che però ha il vantaggio di farci vivere le cose in modo lineare per capire il valore dell’esperienza e della crescita.

Secondo le culture antiche, parlo almeno di quella Vedica, ma anche di quelle del bacino del mediterraneo, di quella celtica, e molte altre il tempo era circolare. Procedendo nel futuro si incontravano gli eventi che ci si era lasciati alle spalle nel passato, come un grande ciclo. La primavera lasciava posto all’estate, poi all’autunno, per giungere all’inverno, e quindi ad una nuova primavera. Il tempo era visto come circolare.

C’è qualcosa di vero? Nelle esperienze mistiche dall’alba dei tempi vengono descritti fenomeni di sospensione del tempo, e nelle tecniche olistiche moderne si sa bene che si può mandare energia e lavori di ricalibrazione nel passato ma anche nel futuro, perché il tempo quando abbiamo accesso a determinate frequenze sottili smette di avere significato.

Ecco che il ciclo del tempo circolare può si essere circolare ma attraverso un ispirazione di auto-coscienza può cambiare binario, e gli eventi che prima venivano ripetuti ora semplicemente smettono di ripetersi. Il tempo è sempre circolare ma noi possiamo cambiare cerchio.

Quante volte vedete eventi nella vostra vita che si ripetono uguali? Questo è perché li rivivete circolarmente. Auto-coscienza significa avere preso consapevolezza di quello che tali eventi possono darvi e che avete sviluppato la capacità di cambiare voi stessi. Cambiando voi stessi la prospettiva di ciò che vivete è cambiata e di conseguenza scattate in un altro ciclo temporale.

Fare questo però richiede una certa quantità di energia dotata della giusta intensità (potenziale energetico). Non tutti pur avendo capito trovano il coraggio di fare il salto perché per motivi emozionali (sentimenti, paure), e mentali (convinzioni) il loro corpo sottile non ha la carica energetica necessaria per farlo.

Una delle soluzioni che ho applicato negli ultimi anni è quella di stimolare la capacità di fare il salto tramite l’energia planetaria. Questo perché è un energia che si muove nel tempo, e può se indirizzata nel modo giusto rilasciare le concause della mancanza di coraggio, di forza, e sganciarci dagli ostacoli che ci fermano nel fare il salto.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.