Discipline mentali e discipline Ispirazionali


Spesso sentiamo dire di questo o quel percorso che è “mentale”, che non è ispirato. Ecco che possiamo comprendere come alcune discipline vengano proposte su un piano mentale, anche seducente nella loro logica, sembrano capaci di darti risposte razionali. Eppure ti tengono bloccato, ti danno definizioni di te nelle quali rimani incatenato, senza vedere che lo scatto per andare oltre, la realizzazione della libertà interiore si ottiene in altro modo. Ecco che alcuni sembrano parlare di tante belle cose ma poi in realtà si fermano diciamo prima del passo completo. Altri invece aprono porte infinite in noi, questi ultimi sono percorsi Ispirazionali, capaci cioè se lo permettiamo di aprirci un punto di vista differente, non mentale, ma capace di oltrepassare i confini di questa realtà, permettendoci di ottenere la capacità di governare la nostra vita ad un livello più profondo. Nel video partiamo da queste basi per spingerci un pò più in la con le considerazioni.

Sul concetto di Ispirazione qui e li ho lasciato un pò di spunti, trovo importante divulgare queste riflessioni perchè nella cultura occidentale spirito e materia sono storicamente e antropologicamente separati.

Nel nostro inconscio personale e nell’inconscio collettivo, il quale è parte di ciò che chiamiamo Akasha, c’è la risonanza o meglio la massa eterica di questa separazione.

Comprendere che quando parliamo di spirito, inconsciamente stiamo richiamando alla mente un millennio di letteratura, bolle papali, ecc.. che separano l’essere in due metà, divise da un vuoto incolmabile e inconoscibile è fondamentale per integrare quelle due metà e riappropiarci di ciò che è parte di noi.

Se spirito e materia sono nemici. Ispirazione e materia sono alleati. Perchè tutto nasce dall’Ispirazione, dalla Mente degli Dei, dalla Mente di Dio. Materia e Ispirazione sono quindi alleati in entaglement, ovvero esistono sovrapposti e l’Ispirazione governa la materia, nella quale si viene per fare esperienza e arricchire l’Ispirazione.

Comprendere questo passaggio – liberarci dai condizionamenti relativi alla separazione spirito-materia e aggiornare i “file” dell’Anima al riguardo con l’archetipo degli Dei di ciò che è Ispirazione e di Integrazione sono punti che, se praticati ci aiutano a comprendere quanto sia reale e manifesta l’affermazione “l’infinito vive dentro di noi”.

E se “l’infinito vive dentro di noi” allora vuol dire che, siamo infiniti ed eterni? Vuol dire che ogni volta che un corpo raggiunge il Fine del suo compito semplicemente ne generiamo un altro? Vuol dire allora che nel profondo inconscio possiamo trovare una traccia, un eco di ogni altra esistenza vissuta la cui biologia sia compatibile con quella attuale? Vuol dire che le memorie delle altre vite sono solo accantonate, in quanto il senso di identità, della nuova identità, che nasce dal mix di informazioni del nuovo DNA, dal sistema nervoso che appena formato impara a relazionarsi con l’ambiente attuale, ecc.. non riconoscendo o meglio non riuscendo più a leggere con sufficente lucidità le memorie delle altre vite? E se ciò che chiamiamo Dei, Dio, siano le porte per ricongiungerci e realizzare dentro di noi quell’eternità?

Queste ultime sono solo considerazioni diciamo filosofiche.

->Spunti di pratica per i praticanti di Ricalibrazione Planetaria (ma anche thetahealing ma anche altre discipline).
Agganciare il campo olofrattale della separazione spirito-materia. il campo dell’idea di spirito. il campo dell’idea di materia.

Quindi operare per azzerare ogni condizionamento vi trovate dentro. (spunto 1 -> esplorate anche le memorie di altre vite. esplorate anche le memorie del DNA dei vostri antenati. Spunto 2 -> cercate se avete fatto il Fase 3 o il Fase 4 di Ricalibrazione i Sigilli e i Simboli Dissonanti relativi). Ripetete il lavoro più volte se necessario.
Quindi richiamate dalla Divina Fonte tramite il Portale del Settimo Strato Akashico l’Archetipo Divino di Ispirazione e di Integrazione, eventualmente anche quelli di Spirito e di Materia. Quindi risvegliateli in voi, adattandoli alla vostra biologia e portandoli nella vostra akasha personale.

-> Esperimento (per i praticanti di Ricalibrazione Planetaria).

Portatevi in stato meditativo.

Tramite il Portale del Settimo Strato Akashico richiamate fra le mani il campo degli archetipi di Ispirazione, di Spirito, di Materia. Osservateli e traete le conclusioni che per voi vanno tratte.

Questo gioco di prendere un archetipo fra le mani, dargli la forma di un normale campo olofrattale (un toroide) e osservarlo può essere fatto con praticamente ogni cosa di cui abbiate consapevolezza. Vi aiuterà a comprendere meglio quella cosa che osservate.

Per aiutarvi a porvi in stato meditativo e osservativo, senza creare con il pensiero il risultato che dentro di voi volete ottenere, sperimentando quindi un esperienza il più reale e meno filtrata possibile sparatevi prima o durante il video del Portale del Risveglio.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.