Energie Sottili per i principianti parte 3: modalità dell’energia sottile


Segue a http://terracuore.it/?p=2352

Alle tre proprietà descritte nell’articolo precedente si aggiungono due modalità che l’energia sottile può assumere, qui cito un altro ricercatore Roberto Zamperini.

Energia Pura. Che potremmo anche chiamare energia funzionale o bonificata. È l’energia al suo massimo grado di coerenza.

Energia Disarmonica. Chiamata anche congesta, o irritata. Energia Disarmonica significa solo e soltanto che quell’energia non è compatibile con la struttura vivente di chi la osserva. Disarmonica non vuol dire negativa, ma inutile e potenzialmente dannosa perché comporta per i ricettori della persona che la riceve un lavoro extra per poterla gestire. È un concetto ben distante da quello di un energia negativa, implica che l’energia sottile vada trasformata dal corpo sottile di una persona, e che questa modalità di energia non sia smaltibile e quindi vada a creare accumuli energetici e ristagni. Il concetto di energia negativa invece sottintende che ci sia qualcosa che vada combattuto e sconfitto, ma è un concetto rischioso, perchè cos’è negativo? e da che punto di vista? Una persona che ci offende emette energia negativa? quindi è “malvagia”? oppure siamo noi ad aver provocato la reazione e quindi siamo noi carichi di energia negativa? Con questi concetti si fa poca strada. Meglio chiederci se una forma di energia è compatibile con noi, oppure no, e quanto lavoro il corpo energetico sottile ha bisogno di fare per trasformare quell’energia rendendola adatta al nostro metabolismo energetico. Certo perchè nelle condizioni giuste il nostro metabolismo energetico è in grado di smaltire quasi ogni forma di energia irritata o disarmonica, ma spesso per tutta una serie di fattori (genetici, emotivi, psichici, e ambientali) siamo già impegnati a gestire altre dinamiche e il metabolismo energetico è sovraccarico, oppure non è allenato a gestire più un certo quantitativo di energia irritata. C’è da dire che siamo sempre immersi in un campo di energie che in parte sono pure e in parte disfunzionali, per questo le nostre capacità spontanee di trasformare i segnali disfunzionali in segnali puri sono spesso sovraccariche.

Le energie disarmoniche sono di tanti tipi, tanti quanti sono le famiglie di energie sottili. Ad esempio una forma di energia disfunzionale è rilasciata dal corpo delle persone ammalate, è energia di scarto che viene rilasciata per fare posto a energia pura, così come espiriamo anidride carbonica e inspiriamo ossigeno.

Un altra forma di energia disarmonica o meglio di modalità in cui l’energia disarmonica si manifesta è chiamata gancio energetico, gancio psichico, o energia legame. Essa può essere trovata anche in presenza di energia pura, ed è come una concentrazione filiforme di energia sottile disfunzionale che perde la propria massa e mantiene solo l’informazione che l’ha creata. Per questo è facile trovarle anche in mezzo a tanta energia pura. I ganci sono creati soltanto dagli atti di violenza, e sono sciolti in molti modi, fra cui ogni atto di vero perdono e vera compassione.

Domanda: Aspetta cos’è il metabolismo energetico?

Risposta: Il corpo umano ovvero la struttura che regge la coscienza è fatto di molecole, cellule, organi, ma anche di reti in cui scorre l’energia sottile umana e che permettono alla coscienza di essere incarnata. Sono la rete strutturale su cui si basa l’incarnazione. In cina vengono chiamati Meridiani, nel resto d’oriente Chakra, in altre culture hanno assunto vari nomi. Il concetto verrà approfondito successivamente.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.