La proporzione aurea e la frattalità del campo energetico (2)


la doppia spirale aurea contrapposta nella galassia M101 “girandola”.
Courtesy of European Space Agency & NASA

Perché possiamo trarre due conclusioni. La prima è che esiste un rapporto di proporzioni fisiche che lega ogni cosa nell’universo. Ne consegue che come ogni forma fisica ha una sua controparte di energia sottile allora anche queste proporzioni hanno una controparte sottile. La seconda è l’effetto sottile che una struttura costruita sulla matematica aurea fornisce.

Ma prima è meglio approfondire il concetto di Risonanza, perché ci permette di capire meglio le implicazioni di quanto segue.

In termini sottili, la risonanza è un fenomeno che si crea fra due enti. Ad esempio due centri energetici come due chakra, fra due persone, o fra una persona e un altro ente. La risonanza fa si che si instauri una comunicazione sottile fra i due enti. Ma cosa crea la risonanza?

La prima risposta è la forma, intesa come geometria. Due strutture identiche sono probabilmente in risonanza fra loro. Ad esempio due simboli uguali identici tendono a comunicare anche se di poco a livello energetico sottile. Nel corpo umano il DNA è in costante risonanza con quello dei nostri genitori, in quanto è formato dalla somma del DNA materno e paterno.

La seconda risposta è la qualità dell’energia sottile di cui è caricato almeno uno dei due enti. Ad esempio una persona che trasuda questa speciale qualità energetica di cui parleremo fra poco ha molta facilità nell’instaurare nuove relazioni e comunicare facilmente con persone anche completamente diverse da se.

Ecco che la risonanza è importante per noi che pratichiamo con le energie sottili, perchè è uno strumento che ci permette di interfacciarci con realtà anche molto diverse dalla nostra e interagire con il corpo energetico sottile di persone diverse.

Tutte le volte che come appreso nei corsi di Ricalibrazione Planetaria ®, prendiamo fra le mani un campo energetico per osservarlo stiamo in realtà creando una piccola risonanza fra l’immagine del campo energetico che creiamo e il campo stesso. Quella piccola risonanza fa si che avvenga quello scambio di informazioni che ci fa osservare il campo energetico desiderato.

Ma cosa centra tutto questo con la sezione aurea e le energie sottili?

— Segue


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.