La ricalibrazione parte II


–segue a: Quali sono gli effetti della Ricalibrazione?

La prima domanda da porci è cos’è l’energia sottile planetaria. Per capirlo prendiamo in considerazione “casa nostra”, il pianeta terra: Sappiamo che c’è una forza di tipo magnetico che avvolge il pianeta terra e crea un campo che la fisica chiama fasce di Van Hallen, la cui forma è quella di un toroide (una specie di ciambella rigonfia) questa forza nasce dal nucleo metallico del pianeta e dalla sua rotazione. Come ogni forza fisica anche il campo magnetico terrestre ha una sua controparte di energia sottile. Questa controparte crea la circolazione energetica nel pianeta e potremmo dire che è paragonabile alla rete dei meridiani nel corpo umano – ma non prendete quest’affermazione alla lettera, in realtà la sua funzione è più quella di dare energia e dire in che direzione quell’energia debba scorrere. Ma oltre a questo primo campo energetico ve ne sono degli altri, alcuni sono geodinamici cioè dipendono dal pianeta stesso come la rete dei nodi Hartmann, la griglia delle ley lines, la rete Curry, e la rete dei punti luce\punti buio. Gli altri invece sono i campi di coscienza legati agli esseri viventi.

Rupert Sheldrake, un biologo chiama questi ultimi campi morfogenetici, e sostiene che sono campi informativi che contengono la memoria di tutto quello che avviene alle specie viventi, tutti i progressi nell’evoluzione vengono registrati dai campi morfogenetici delle varie specie e trasmessi a tutti gli individui. Il DNA secondo Sheldrake sarebbe l’antenna fisica che riceve le informazioni dal campo morfogenetico e si adatta di conseguenza. Lee Carrol un sensitivo che riceve messaggi da parte di un entità chiamata Kryon parla da tempo di una “griglia cristallina”, la quale è sintonizzata su tutti gli esseri viventi tramite il DNA e ne accoglie le memorie. Griglia Cristallina e Campo Morfogenetico sono in sostanza la stessa cosa. Molti altri autori in passato hanno parlato di questi argomenti, Rudolf Steiner ad esempio usava il termine Registro Akashico per definire la stessa cosa.

Ora tutti i pianeti sole compreso producono dei campi energetici geodinamici, il cui influsso si estende su tutto il sistema solare. I campi morfogenetici, o perlomeno quelli terrestri sono costantemente immersi nell’emanazione dei campi geodinamici di tutto il sistema solare, e ne ricevono le informazioni..

Ogni essere vivente nasce quindi immerso in un campo di frequenze sottili e fisiche. Le frequenze sottili per loro natura viaggiano a distanze molto più grandi di quelle fisiche e più rapidamente – o meglio senza velocità in quanto il loro spostamento è istantaneo.

Questo significa che costantemente sulla terra riceviamo l’influsso sottile di tutto il sistema solare. E che quanto ci sintonizziamo possiamo aprire i canali e ricevere nella corretta misura l’energia sottile generata dai campi energetici dei vari pianeti.

Fin qui è pura deduzione, ora le cose si fanno più intriganti.

Effettuando diversi test abbiamo notato che ogni persona ha dei centri energetici che regolano la quantità di energia planetaria che viene assorbita. Questo processo viene attivato dal canale del Cuore. L’attività di questi centri riceve un imprint al momento del concepimento e poi un altro al momento della nascita. Vuol dire che in quei momenti il sistema energetico della persona viene calibrata su quanta energia di quel pianeta riesce a ricevere.

Ad esempio una persona che ha problemi di radicamento, che si sente sempre con la testa fra le nuvole potrebbe avere un valore di Energia Terra al concepimento pari a 10% mentre un valore di Energia Venere pari a 100%. Una persona che si sente sempre stanca potrebbe avere invece una configurazione in cui l’Energia Sole e l’Energia Terra sono basse. Una persona dotata di grande forza vitale al contrario ha spesso l’Energia Sole e l’Energia Terra molto attive.

Uso la parola “potrebbe”, ma questi sono proprio i dati che abbiamo osservato nelle sperimentazioni.

Ma indipendentemente dai fattori di nascita e concepimento in ogni momento è possibile andare ad agire su quei campi energetici e attivare la capacità della persona di ricevere una maggiore o minore quantità di energia planetaria, a seconda della necessità.

Ma che effetti ha tutto questo?

Se i pianeti influiscono sulle capacità e sul carattere secondo voi cosa succede se “apro” i rubinetti dell’energia a monte? Ecco potete farvene una buona idea. Negli articoli precedenti accenno alla cosa, ma restando un po’ con i piedi per terra vi dico anche questo: l’energia planetaria una volta ricalibrata genera nella persona una quantità di energia-oro pulita e biocompatibile pazzesca. L’energia-oro è nelle sue varie forme, energia che il corpo e specialmente il sistema endocrino usano per attivare processi rigenerativi fisici, mentre a livello psichico attiva le porte dell’intuizione ed è un potente motore per le capacità psichiche.

Un ulteriore effetto che si ha nella circolazione energetica umana è un profondo rilascio di energie stagnanti e la loro sostituzione con energia pulita su tutti i livelli del corpo sottile. Questo effetto avviene a tutti i livelli, tanto nel circuito dei meridiani che in quello dei chakra. Può sembrare banale, ma pratico tecniche olistiche da parecchi anni, e gli effetti che ho osservato sono molto più profondi e duraturi di tutto quello che facevo fino a prima.

Un altro effetto è un potente effetto equilibrante sulle energie associate ai quattro elementi.

Un altro effetto ancora è un altro potente effetto equilibrante sulle energie dei sette raggi.

Continua..

Manlio Di Donato


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.