Legami Familiari e il campo olofrattale della linea di sangue


Sono molti gli autori che hanno portato luce sulla necessità di lavorare sulle tematiche rimaste in sospeso nell’albero genealogico per risolvere i conflitti attuali, fra i quali il più noto è senz’altro lo psicologo tedesco Bert Hellinger con il metodo delle costellazioni familiari. Hellinger sostiene come “la vita di ognuno è condizionata da destini e sentimenti che non sono veramente propri e personali; anche malattie gravi, il desiderio di morte e problemi sul lavoro, possono essere dovuti a irretimenti del sistema-famiglia e possono essere portati alla luce attraverso il processo delle Costellazioni Familiari.”. L’irretimento ovvero condizionamento è secondo Hellinger “una trappola in cui chi è irretito non ha altra via d’uscita che continuare a far quello che il sistema gli impone di fare: questa è la causa dell’infelicità, del disagio, dell’inquietudine, della malattia.”. La cosa nascerebbe quindi dal sistema-famiglia e dall’ereditare consciamente o meno le dinamiche dei genitori e persino gli eventi di cui in famiglia nessuno ha mai parlato ma l’inconscio porta memoria. Ecco che si innescherebbero dei meccanismi riparatori in cui la persona si fa carico degli obblighi, dei drammi, delle colpe, degli avi.

La stessa tematica viene analizzata da un altro autore, A. Jodorowsky, seppur con approcci differenti. “Secondo Jodorowsky, la famiglia riversa e trasmette sugli individui energie positive e negative, e sovente l’inconscio familiare interagisce con l’inconscio personale, nel bene e nel male. Uno studio approfondito del proprio albero offre la possibilità di comprendere fino a che punto quello che si pensa, si sente, si desidera o si vive, così come i conflitti e le ferite, possono essere il risultato di un passato familiare, sociale, storico o di un residuo educativo. La Metagenealogia rivela che in una stirpe si ripetono date, malattie, nascite, morti, incidenti e nomi. Sono come tappe che ricorrono e si trasmettono di generazione in generazione fino ad arrivare a noi, con la precisione di un orologio. E noi tendiamo a identificarci e a essere fedeli ai nostri familiari, anche se questo atteggiamento può risultare doloroso, paralizzante e autodistruttivo. Inoltre, spesso le persone cui giuriamo fedeltà imitano a loro volta figure del passato, per cui nell’ambito familiare vediamo formarsi una sorta di catena ereditaria di prigionieri.”.

Riferimenti:

Metagenealogia, La famiglia, un tesoro e un tranello” di Alejandro Jodorowsky, Marianne Costa. Feltrinelli Edizioni.

Riconoscere Ciò che è, La forza rivelatrice delle costellazioni familiari” di Bert Hellinger, Gabriele Ten Hovel. Feltrinelli Edizioni.

“Senza radici non si vola, la terapia sistemica di Bert Hellinger” di Bertold Ursamer. Crisalide Edizioni.

Bene, ma a noi cosa ce ne importa?

Ce ne importa eccome perché utilizzando la percezione manuale delle energie sottili possiamo scoprire che c’è del buono nelle parole di Jodorowsky e di Hellinger. Quando durante una sessione di Ricalibrazione ci imbattiamo su una tematica spinosa, una di quelle tematiche che sono ricolme di energie disarmoniche tali che quando le trattiamo con Urano e Luna cominciano a farci rilasciare una valanga di energie disarmoniche ecco che probabilmente c’è un ancoraggio con un antenato. Probabilmente è un evento che ora stiamo vivendo su di noi ma che in realtà è una memoria nel campo energetico personale che deriva da un antenato.

La famiglia è un grande campo Olofrattale in cui informazioni sottili vengono scambiate e memorizzate. Se un evento nel bene o nel male viene vissuto in profondità si imprime come memoria nel campo Olofrattale della Linea di Sangue e da li può entrare in risonanza con quei membri della famiglia che sono adatti a ricevere quel tipo di informazione. Questo può avvenire per eredità diretta ovvero il caso in cui ci facciamo carico di un dramma appartenuto ad un genitore. Oppure indiretta, perché entriamo in risonanza per similitudine di emozioni o carattere con un antenato.

La famiglia è quindi un grande campo di coscienza Olofrattale che tende all’equilibrio e cerca in tutti i modi di far agire le persone adatte affinché riportando equilibrio in se stesse possano risanare l’intero campo di coscienza dell’albero genealogico.

Ed ecco le belle notizie. Perché se lavoriamo su di noi possiamo realmente cambiare il campo di coscienza della famiglia senza toccare la vita o la psiche di altri, purché procediamo in ottica di prendere coscienza dei drammi, li accogliamo, e quindi attiviamo i processi di trasformazione adeguati.

Lavorare sul campo Olofrattale delle linee di sangue significa liberarci dalle catene invisibili e inconsce che condizionano le nostre scelte.

Domanda: Centra il DNA?

Risposta: Si, il DNA è l’ancoraggio fisico delle memorie famigliari. Ma attenzione perché è solo l’ancoraggio, la centralina che governa quali informazioni vengono recepite e quali rifiutate non è nel DNA. Ma ne parleremo in altra sede.

Domanda: Una malattia può essere quindi ereditata psicologicamente?

Risposta: Hellinger e Jodorowsky sostengono di si. Per quello che ci riguarda possiamo osservare il campo energetico associato alla malattia e vedere se quell’energia disarmonica è presente anche nel campo Olofrattale della linea di sangue. Questo ovviamente non avviene in tutti i casi, ma quando avviene ecco che apre una porta che indebolisce le risorse vitali rendendo più facile alla malattia di formarsi. Facile non vuol dire “per forza”. I fattori in gioco sono molteplici.

Domanda: Definisci meglio il campo olofrattale della linea di sangue!

Risposta: É un campo Olofrattale esattamente come quelli di cui ho già parlato nei corsi di Ricalibrazione e in alcuni articoli, solo che anziché gestire una struttura fisica o della coscienza, gestisce tutte le informazioni di una linea di sangue. Articolo 1, Articolo 2, Articolo 3, Articolo 4.

Domanda: Quindi posso praticare sul campo Olofrattale della linea di sangue? Come faccio?

Risposta: Come per tutti gli altri campi Olofrattali studiati nella Ricalibrazione Planetaria. Usando la percezione manuale delle energie sottili per capire e poi la Ricalibrazione o le sequenze alchemico-planetarie per bonificare il campo e portare equilibrio. Ma sopratutto puoi focalizzarti nel trovare l’antenato con cui ci sono dei sospesi e lavorare anche per lui all’interno di te. Trovare l’antenato giusto su cui lavorare e bonificare il campo Olofrattale della linea di sangue associata a lui, nei confronti della tematica che ti opprime è fondamentale, e quando riesci a farlo ecco che possiamo parlare di piccoli miracoli.

Anche altri approcci al giorno d’oggi condividono la necessità di praticare su queste tematiche, ecco è la sensibilità dei giorni nostri che si è finalmente aperta e sentendo il bisogno di superare i propri limiti e decostruire molti condizionamenti a permetterci di vedere tali dinamiche e poterle affrontare. Non solo, sempre più persone che lavorano su se stesse si sono rese conto di quanto tali tematiche possano essere reali, quei pionieri hanno aperto la strada mostrando che è possibile intervenire. Fra gli altri approcci citiamo le Costellazioni Familiari (metodo fondato dallo stesso Hellinger), lo Psicosciamanesimo di Jodorowsy, il Thetahealing di Vianna Stibal, la Tecnica Energo Vibrazionale del Dr Roberto Zamperini, e molti altri metodi di cui ignoro l’esistenza. I loro nomi possono farci ridere, o i loro approcci possono sembrarci “fumo”, ma in realtà c’è molto di buono, sta solo a noi scoprirlo. Ovviamente (che poi ovvio non è) sono tutti percorsi di crescita, non c’è un approccio terapeutico del tipo “vieni che ti guarisco”, ecco scordiamoci questo. Sono invece percorsi che come tutto lo scenario olisitico forniscono strumenti per lavorare su noi stessi, quindi sta a noi imparare ad usarli e trarne profitto.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.