Di mostri, alieni, entità, e altro pattume illusorio


Da parecchio sento parlare di entità oscure, alieni malvagi e quant’altro. Tuttavia nella pratica delle sessioni quotidiane raramente incontro queste dinamiche, che sebbene esistano nella mia esperienza sono una piccola parte di quelle che possiamo chiamare “schifezze” sottili. Quello che rilevo nella quasi totalità dei casi sono invece proiezioni che noi stessi facciamo a livello inconscio e che per molti motivi ci appaiono come mostri, alieni, demoni, ecc..

Premetto che questo articolo è di difficile comprensione per i non addetti ai lavori, le basi potete trovarle negli articoli “energie sottili per principianti” e seguenti.

Nella Ricalibrazione Planetaria® chiamiamo questo fenomeno “Proiezioni di Tipo I”. E intendiamo proprio il caso in cui inconsapevolmente e inconsciamente tendiamo a creare spazzatura psichica. Questo è solo materiale di scarto generato dalla coscienza: invidia, ostilità repressa, autolesionismo, ecc.. fino ad arrivare alla vera e propria negazione di aspetti di se.

Sono proprio questi aspetti di noi che neghiamo a manifestarsi e venire visti all’osservazione sottile spesso come entità separate, mostri, alieni, ecc. Ma… non sono entità! Sono aspetti di noi che abbiamo negato. E sono li a ricordarci di prenderci cura di ogni aspetto di noi, anche di quelli che detestiamo o di cui abbiamo paura. Nel farlo dato che sono stati negati si manifestano parlandoci nei sogni e lo fanno con la stessa moneta con cui li abbiamo trattati: Con incubi! Negare un aspetto di se è un atto di violenza, di conseguenza quella parte negata torna a manifestarsi negli incubi. Ma non solo. A mio avviso gran parte delle esperienze di abduction (esperienze di rapimenti alieni) riguardano un senso di colpa o un altra emozione vissuta profondamente nell’infanzia, che viene però negato, e si esprime nell’adulto specie se psichicamente recettivo come un rapimento alieno.

Ovviamente esistono anche le proiezioni di Tipo I sane, queste riguardano ad esempio la sincera compassione anche per noi stessi, l’affettività sana, e molte altre manifestazioni “pulite”.

Da tempo osservo il campo di coscienza terrestre, e tengo d’occhio la percentuale complessiva di manifestazioni, sia sane che dissonanti. Attualmente quelle di Tipo I sane sono circa il 40,5% del totale, mentre quelle dissonanti (ovvero spazzatura) sono appena circa il 13,5%.

La cosa è interessante, perché per me vuol dire che la maggior parte delle persone quantomeno si sta dando da fare. Ritengo che siamo talmente abituati a vedere casi di cronaca dove il dolore viene venduto in prima pagina da esserne annebbiati e ritenere che tutto il dolore, morte, e sofferenza quando invece c’è molto di sano al mondo.

Le cose cambiano se osserviamo le “Proiezioni di Tipo II”. Una proiezione di Tipo II è una creazione umana consapevole. Ovvero tutti quegli atti che facciamo perché abbiamo la precisa volontà di farli. Questo riguarda ad esempio i progetti per migliorare il pianeta, le invenzioni e le innovazioni tecnologiche umane e sociali, ma anche le decisioni prese dai governi, e sopratutto riguardano i condizionamenti e le manipolazioni a cui andiamo incontro. Una proiezione di Tipo II dissonante è quindi una forma di condizionamento che viene attuata a tutti i livelli. Ad esempio la pubblicità è una proiezione di Tipo II perché si vuole che il prodotto o il servizio reclamizzato abbia successo. E può essere sana o dissonante a seconda di quanto va a manipolare le persone e di quanto realmente vale il prodotto. Usare una strategia di marketing per vendere cacca a peso d’oro ad esempio appartiene alle proiezioni del II tipo.

Le proiezioni di Tipo II sono il punto che tante pratiche olistiche lavorano per demolire. Riguardano gli obblighi, i voti malsani, i patti malsani, i plagi mentali, i condizionamenti di tipo manipolatorio, e includono le forme di manipolazione più rare fatte con l’energia sottile stessa. E purtroppo sono state anche il punto dolente che molte pratiche “settarie” e “finti guru della domenica” hanno contribuito a creare.

Qui se osserviamo il campo di coscienza complessivo della Terra troviamo un equilibrio diverso ma sempre più sano che malato. Circa il 20,5% del totale sono proiezioni sane, questo riguarda ad esempio le scelte, i progetti, e anche le tecnologie sottili fatte con il proposito di aiutare il prossimo. Mentre circa il 12,8% è di tipo II dissonante, ovvero è una forma di manipolazione più o meno marcata, di cui una percentuale veramente ridicola appena il 0,6% riguarda le strutture “stabili” quei condizionamenti che in altri percorsi venivano chiamati “sigilli”. Ovvero strutture energetiche create per condizionare le persone e alimentare chi li crea. Non nego la loro esistenza e per molti anni le ho demolite nelle persone su cui lavoravo, ma da un paio di anni a questa parte e specialmente da quest’anno ho cominciato a trovarne sempre meno, e sopratutto quelle che potevano essere percepite nel campo di coscienza planetario hanno cominciato a ridursi sempre più. Ma per capire la differenza ecco se misuro il campo di coscienza terrestre nel 2010 ne rilevo un 32% sul totale. Ecco dal 2010 i sigilli, ovvero le strutture create apposta per condizionare, sottrarre energia, bloccare la crescita delle persone, che potevano essere trovati in alcuni percorsi e nei campi informativi si sono ridotti dal 32% all’attuale 0,6% del totale. È davvero finito il mondo in quegli anni, e un mondo nuovo sta nascendo – ma per questo temo ci vorrà del tempo, perché anche se le schifezze a monte sono in larga parte cadute come esseri umani siamo ancora abituati a vivere come se quei sigilli condizionanti ci fossero ancora.

Metaforicamente è come se avessero lasciato aperta la porta della gabbia al criceto ma il criceto non crede che la porta sia aperta quindi resta nella gabbia.

E qui come operatore e qui mi rivolgo agli operatori mi viene uno spunto di riflessione. Ho sentito parlare per anni di alieni, mostri, los voladores, e mille mila bestie sottili, ma poi a conti fatti questi sono una parte molto più piccola di quella sana. E la maggior parte di queste proiezioni hanno origini umane, non sono quindi entità inconoscibili e invisibili che ci rubano energia senza che ci possiamo fare niente.

Ancora di più se osserviamo nel campo di coscienza quelle che definisco “Proiezioni di Tipo 3”, ovvero le entità spirituali vere e proprie ecco che riguardano appena il 4% del totale e di queste quelle dissonanti ovvero che creano danni sono appena lo 0,2%. Un valore decisamente ridicolo rispetto a quello che creiamo noi come Anime umane. E se il “demonio” fosse una nostra creazione per ottenere un facile capro espiatorio? Vi lascio con questo interrogativo.

Concludiamo con l’ultima categoria, le “Proiezioni di Tipo 4” che riguardano le creazioni delle coscienze non umane, quindi del mondo animale, vegetale, e perché no anche di altre civiltà non terrestri o terrestri ma di epoche talmente remote da non avere nulla in comune con noi umani. Ecco questa categoria copre circa il 9,9% del totale, e la parte dissonante è appena lo 0,1% tanto che facevo fatica a percepirlo. Anche qui ognuno tragga le sue conclusioni.

Domanda: Vuol dire che non serve più fare attenzione? O che non è più necessario ripulire le “schifezze” dal corpo sottile?

Risposta: No affatto. Vuol dire però che a meno di non continuare a creare proiezioni dissonanti, ovvero negative e condizionanti ecco che avremo sempre meno spazzatura sottile in circolazione. Quanto a una buona dose di pulizia personale per gli operatori, quella sarà sempre un ottima misura precauzionale.

Credere che improvvisamente non sia più necessario prendere delle precauzioni per evitare la contaminazione da forme di energia dissonanti è follia. Ma è bene vedere come in quest’epoca la maggior parte della pattumiera sottile è creata da noi umani, pertanto anche i mostri, gli alieni, le entità invisibili che ti rubano energia sono molto probabilmente (eccetto che nello 0,2% dei casi) una nostra proiezione. Quindi è una nostra responsabilità gestirle, e quindi questo è anche possibile.

Domanda: Per pulire le schifezze sottili dei vari tipi come faccio? Mando Amore?

Risposta: Se sei completamente illuminata e hai trasceso i limiti umani probabilmente si. Altrimenti consiglio di apprendere una tecnica efficace e allenarti seriamente, verificando i risultati e acquisendo sempre più consapevolezza sulla materia. Nella Ricalibrazione Planetaria® ne sappiamo qualcosa.

Domanda: Cosa comportano questi cambiamenti? Che ci illuminiamo tutti quanti?

Risposta: No. Vuol dire che almeno nelle discipline olistiche il campo risponderà sempre più a chi lavora correttamente, e si chiuderà sempre di più a chi lavora per approfittarsene degli altri e calpestare il prossimo. Questi sono i cambiamenti che stiamo osservando nel campo di coscienza terrestre.

Inoltre come accennato se osserviamo a ritroso negli anni la differenza questa è abissale, sempre più il campo di coscienza terrestre sta venendo ripulito dal pattume sottile, l’unico dubbio è quanto tempo ci vorrà per vederne dei risultati concreti.

Domanda: Come hai eseguito queste rilevazioni?

Risposta: La risposta è lunga, accenno solo che si tratta del metodo di percezione manuale delle energie sottili associato a una buona dose di lavoro personale per essere in grado di rilevare per davvero i campi di coscienza e non una mia proiezione mentale.

Pace.

Manlio Di Donato.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.