Pillole di Ispirazionalità 57 Effetti Eterici dei Colori


Ma i colori hanno effetti eterici e quali!? In realtà nella pillola accenno solo alla tematica e vi porto un pò di riflessioni sulla materia.

Per comprendere questa pillola diventa utile procedere con metodo sperimentale, facendo esperienza dell’etere di un colore alla volta. ad esempio in Ricalibrazione Planetaria procederemmo come segue:

Prepara un pannello con tanti colori, ad esempio una normale ruota dei colori.

Porta la mente in stato meditativo, dal Settimo Strato Akashico.

Quindi richiama fra le mani l’etere di un colore alla volta, e analizzane le propietà: Più Celeste o Tellurico? Più Assorbimento (IN) o Espulsione (OUT)? Induce Movimento o Stabilizza? Se induce movimento in che direzione spinge l’etere, alto, basso, o altro? Se lo sovrapponi su un bicchiere d’acqua cosa succede nel campo eterico dell’acqua? Se lo sovrapponi ad una pianta, cosa succede nel suo campo eterico? Se lo sovrapponi su te stesso o su un tuo singolo campo eterico di un organo o di un chakra o di un agopunto, cosa succede?

Annota tutte le osservazioni quindi ripeti l’esperimento per tutti i colori principali. Noterai che ad esempio su tutti i verdi possibili c’è una gamma di verde che da il maggior effetto di “ricarica eterica”. E così via..

Il difficile comincia quando ti rendi conto che è il tuo inconscio ad attribuire un effetto a quel colore e quindi hai la necessità di porti realmente in stato di osservazione neutrale, filtrando e sgrezzando i preconcetti che puoi avere su quel colore altrimenti l’inconscio vedraà quel che vuole. Ma non è tutto.. dato che i colori tendono ad armonizzare, a fare leggera pulizia, potresti ad esempio credere la prima volta che lo provi, che un colore sia dissonante magari perchè ti manda in scarico.. ma è solo perchè i tuoi ricettori di quel colore sono etericamente intasati. le volte successive l’osservazione potrebbe cambiare. e quindi è buona norma ripetere più volte i test in giorni diversi.

Ma se vuoi un suggerimento parti dal punto che ho appena accennato. Ciascuno di noi ha un campo eterico, una piccola centrale associata al regolare un dato ente. Ad esempio tutti abbiamo un campo eterico che assorbe, espelle e regola il Viola Eterico. Se tu lavori prima questo centro energetico (o campo eterico che dir si voglia) migliori nettamente la tua capacità di gestire il viola eterico, perchè sgrezzi i filtri all’utilizzarlo. Questo vale per qualunque cosa, dalle Forze Eteriche dei Corpi Celesti, al Suono, ai Colori, ecc.. Ancora di più, perchè dentro la centralina che regola quel dato ente, ad esempio il viola, ne troviamo altre che regolano le singole funzioni. Quindi una centralina che regola solo la quantità di Viola Eterico da assorbire, una per l’espulsione ed una per l’equilibrio. Questi campi eterici sono sovrapposti a tutta la persona, non sono fissi in una sede precisa.

Ecco che da un lato sgrezzando e deprogrammando i preconcetti, i software mentali, che attribuiscono un significato alle cose, ne cogliamo l’essenza, la verità oltre l’illusione, ovvero le forme pensiero collettive. Dall’altro lato possiamo lavorarci i campi eterici che regolano in noi l’accesso e la gestione delle stesse Forze che vogliamo studiare. Fu con questo metodo procedurale che iniziammo gli studi sulle Forze Eteriche Planetarie.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®. Ha studiato Shiatsu, Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, Mindfulness, Antroposofia.