Quali sono gli effetti della Ricalibrazione?


–segue a: Ma che centrano i pianeti?

Ogni pianeta va a stimolare degli effetti diversi, che sulla base delle mie esperienze e dei dati raccolti qualche volta coincide con gli insegnamenti dell’astrologia ma altre volte no. Facendo una sintesi delle mie osservazioni e dei dati sperimentali possiamo metterla così:

Ricalibrare la Terra: Stimola il radicamento e la vitalità nella sfera fisica. Attenzione però, perché lavorando con il campo energetico terrestre va fatta distinzione nel ricalibrare prima la griglia energetica del suolo, la ben nota rete di ley lines del pianeta. E subito dopo la rete di ley lines celesti, che possiamo trovare nell’atmosfera e che è pressoché sconosciuta ai più.
La terra-terra ci da l’energia fisica e il radicamento che sono la base per qualunque altra attività. Non per niente in Thetahealing nella meditazione dei sette piani di esistenza si scende per prima cosa al centro di Madre Terra. La rete di energia atmosferica invece ha altri effetti.

Ricalibrare il Sole: Il Sole è (fra le tante altre cose) l’iniziatore. Il Sole amplifica la sensibilità psichica ed è la “porta” che apre l’accesso ad altre energie.

Da Luna a Saturno abbiamo una serie di effetti che aprono, chiudono o riequilibrano degli aspetti diversi del corpo sottile, legati specialmente alle dimensioni (es astrale, eterica, ecc). Ma per il momento preferisco non dire di più, perché sono energie potenti con cui va bene giocare ma non scherzare. La cosa più interessante è che tutti veicolano una qualità di energia che possiamo definire oro, oro planetario. Ne parlerò più approfonditamente in futuro.

Quanto agli effetti che provano le persone questi sono piuttosto vari, perché molto dipende dalle necessità della persona. Nella maggior parte dei casi utilizzo “piccole” ricalibrature, spesso organo per organo al termine di una “normale” sessione di Thetahealing, in questo modo accelero i processi precedentemente messi in atto. Delle cose interessanti però sono emerse con la Ricalibratura dei pianeti se fatta “da sola”:

Incremento considerevole di energia-oro e attivazione dei processi di riparazione dell’aura. Questo senza aver attivato alcuna struttura a me nota nel corpo sottile preposta alla produzione di energia oro. Chiaramente di strutture ovvero campi energetici a me ignoti ce ne sono tanti, ma tanti!

Aprire una finestra di comunicazione con le informazioni della matrice-Anima e aumentate intuizioni, capacità intuitive e di ispirazione.

Ripristino della sintonia fra persona con l’energia del pianeta terra e maggiore radicamento.

Aumento della sintonia mente-corpo e incremento della vitalità globale.

Qualcuno ha notato anche:

Incremento della sensibilità psichica e canalizzazione di spiriti guida.

Attenuazione del dolore associato al ciclo mestruale.

Facilita il rilascio di tensioni, aiutando a lasciar andare quello che è inutile.

Ad ogni modo la Ricalibrazione non è un metodo di guarigione olistico – è una finestra sull’Anima e riporta in equilibrio le energie planetarie nell’uomo. Spesso faccio prima una normale sessione di Thetahealing e solo dopo porto la ricalibrazione perché per me è un potente aiuto per chi già lavora su di se, e non LA soluzione. E personalmente chi mi conosce sa che sono abbastanza stufo del personaggio di turno che propone la “magica pillola” che risolve ogni problema in pochi secondi e senza il minimo impegno ad osservare se stessi e cambiare o ad accettarci serenamente.

Quello di cui abbiamo bisogno al giorno d’oggi non sono pillole magiche ma strumenti per lavorare su di noi.

Manlio Di Donato


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.