Sesso, per Dio la verità!


Da tempo ne sento dire di tutti i colori sul sesso, c’è chi sostiene che facendolo la donna sottrae energia all’uomo, chi che sia l’uomo a sottrarre energia alla donna, chi dice che entrambi si perde, o anche che entrambi si acquista un non identificato e misteriosamente misterioso “potere spirituale”, o che tale potere risieda solo nella verginità.

Jacques-Louis David. Marte disarmato da Venere. 1824. Olio su tela. Museo reale delle belle arti del Belgio, Bruxelles.

Anni fa lessi un questo articolo (di cui ringrazio enormemente l’autore) che spiegava la realtà dei meccanismi del corpo sottile coinvolti, ma non andava a fondo lasciando alcune questioni irrisolte. Ricordo che preso dalla curiosità con la compagna di allora facemmo un po’ di test – usando il metodo della percezione manuale delle energie sottili per verificare cosa realmente succedeva. Ecco che emersero un po’ di dati interessanti.

Anzitutto gli scenari teorizzati sono:

l’uomo perde energia e la donna aumenta energia

la donna perde energia e l’uomo aumenta energia

entrambi perdono energia

entrambi aumentano energia

Si sono rivelati corretti, tutti. Ma quello che avviene nella maggior parte dei casi premettendo che la relazione sia di affetto sincero e l’atto sessuale condiviso con Gioia da parte di entrambi è l’ultimo scenario: Entrambi aumentano energia. Questo nel 99% dei casi.

Ma di che energia stiamo parlando?

Si perché esistono milioni di tipi di energia sottile diversi, e per capire bene le conseguenze della cosa è bene farci un minimo di chiarezza.

Energia-Oro

Fra le infinite tipologie di energie sottili che fanno parte di ciò che siamo ne esiste un tipo chiamato “energie oro”. Queste sono energie sottili che hanno sempre l’effetto di stimolare i processi di crescita, amplificazione, e risonanza. Sono energie che solitamente assorbiamo nella loro forma grezza quando dormiamo, o quando in meditazione profonda la coscienza entra in stato celebrale Delta. Ne esistono diversi tipi, le energie oro-tellurico sono generate dalla relazione fra noi e Madre Terra, esse contribuiscono alla rigenerazione fisica e alla crescita cellulare, ma anche a manifestare eventi nella materia. Le energie oro-celeste sono generate dalla relazione fra il nostro corpo sottile e il Sole, ed alimentano i processi di ispirazione e crescita della coscienza. Queste due energie-oro celesti e telluriche sono raccolte poi in diverse centraline del corpo sottile, fra cui sopratutto il sistema delle ghiandole endocrine, e i tre dan-tien.

I 3 Dan-Tien ed il sistema endocrino

I dan-tien sono centraline energetiche della tradizione Cinese. Il più noto di tutti è lo xian-dan-tien (dan tien inferiore) posto tradizionalmente due dita sotto l’ombelico e due dita dentro il corpo.

Dal punto di vista sottile il dan-tien inferiore è una pompa che accumula una miscela di energie oro in cui prevale al 70% quella Tellurica, e la smista in tutto il corpo sottile li dove è necessaria.

Un preparatore sportivo che conobbi sosteneva come proibisse ai suoi atleti di fare sesso prima delle gare, perché gli si sarebbero scaricati gli addominali. Ebbene il dan-tien inferiore si trova proprio nella regione degli addominali!

Va detto che oltre al sonno e alla meditazione profonda (stato Delta), c’è anche un emozione che se vissuta spontaneamente è un motore che forza il nostro corpo sottile a produrre energie-oro: la Gioia spontanea.

Nell’atto sessuale l’energia oro è la componente che più di tutte entra in gioco e può essere:

Scambiata – formando così legami sani, ponti di comunicazione in termini sottili con la persona, creati primariamente dalla volontà di entrambi di essere in relazione l’uno con l’altra.

Scaricata nell’altra persona oppure dispersa da entrambi – anche quando la relazione è sana (per stanchezza ad esempio o mancata completa reciprocità – nota che la reciprocità richiede reciproca confidenza), ma la cosa avviene più facilmente se la relazione non è “affettiva”.

Saturata di legami dissonanti (chiamati ganci da altre tradizioni) – ovvero energie nate dalla violenza e dal condizionamento che finiscono col saturare le centraline del corpo sottile e inibire alcune aree della coscienza (questo dopo decenni). Ad esempio la forma più comune è pubblicità, la quale è un leggero condizionamento mentale che crea legami dissonanti. Dopo decenni di ripetizioni finisce per ridurre le capacità mentali e di raziocinio nelle persone creando un popolo di consumatori addormentati. Ripeto – con la pubblicità ci vuole molto tempo ed è necessario che la persona stessa non si ponga mai domande. Evitiamo di saltare a conclusioni “apocalittiche” e “paranoidi” affrettate.

Va notato che quello che avviene, è che il sistema sottile consuma effettivamente energia oro ma allo stesso tempo se c’è gioia nella relazione affettiva viene forzato a produrre altrettanta se non di più dell’energia oro investita.

Una perdita avviene ad esempio quando il nostro corpo sottile non riesce a sostituire rapidamente l’energia oro-utilizzata. Questo per vari motivi fra cui mancanza di allenamento sottile o un corpo sottile che funziona al rallentatore, lacerato, ecc..

I veri problemi infine nascono solo nelle relazioni vissute attraverso violenza, condizionamento e repressione. In questi casi si formano energie legame dissonanti – veri ganci che inibiscono entrambe le parti anche se inizialmente danno l’illusione di rafforzare uno dei due.

Ecco che la mia conclusione è che se la sessualità è vissuta con sincero affetto, con partecipazione reale da parte di entrambi è sana e non ci sono perdite di energia, semmai c’è una crescita esponenziale per entrambi.

Domanda: Aspetta non hai parlato della verginità.

Risposta: La risposta era implicita, ovvero non noto differenze nel corpo sottile.

Obiezione! Le tradizioni dicono diversamente! Il mio maestro ha detto che il sesso ti allontana da Dio e va evitato!

Risposta: Mio caro Amico, mia cara Amica, se segui questi articoli da un po’ di tempo credo ti sia chiara la mia posizione critica circa le tradizioni ed i maestri.

Quattrocento anni fa un tale messer Galileo decise di indagare con un metodo sperimentale, se le affermazioni in fatto di fisica fatte dagli antichi maestri erano veritiere o meno. Oggi svanita ogni inquisizione, e conquistato strumenti per l’indagine nelle energie sottili, nella metafisica, e nella coscienza possiamo ugualmente indagare sulle tradizioni mistiche e spirituali. È sano, oggi per la nostra reale crescita poterci chiedere se quello che i maestri hanno tramandato sia corretto o meno – naturalmente è anche possibile che chi abbia tramandato le opere e i detti dei maestri li abbia fraintesi, in quanto mancante della consapevolezza necessaria, riportandoli quindi in modo parziale o errato. Ad esempio li dove c’erano dei suggerimenti motivati da precise condizioni di vita, abbia visto invece dei dogmi da seguire per tutti in modo ferreo. O che alcuni concetti siano adatti alle culture e al contesto storico in cui si sono formati. Ad esempio se mancano le condizioni igieniche basilari ecco che il sesso è meglio evitarlo. Se ho l’ossessione del sesso e diventa un droga, una forma di dipendenza, ecco che nuovamente è malsano – evitiamo di fraintendere quanto scrivo o di usarlo per giustificare comportamenti distorti che nulla hanno di sano.

Domanda: Se mi sento stanca dopo un rapporto è perché ho ceduto energia senza recuperarla?

Risposta: No, succede perché il sesso è un attività fisica molto intensa, e quindi sei fisicamente stanca. Oppure perché hai dormito poco e male! Davvero, la sensazione fisica esprime meno del’1% di quello che avviene a livello sottile. Invece nel cuore come ti senti? Nella pancia come ti senti?

Domanda: Ma cos’è questa “percezione manuale delle energie sottili”?

Risposta: Come già accennato altrove la “percezione manuale delle energie sottili” è un metodo ereditato da altri percorsi e che io stesso porto avanti nel quale si impara a percepire oggettivamente l’energia sottile (Che le differenti scuole di pensiero chiamano in modi bizzarri e fantasiosi: Prana, Chi, Vis, Orgone, Takione, Ecc..) attraverso l’uso delle mani come strumenti, come vere e proprie antenne, e quindi si impara a riconoscere non solo una serie di valori in % circa la presenza o assenza di vari tipi di energie. Ma si capisce col tempo anche come distinguere partendo dalle sensazioni sottili non fisiche (caldo, freddo, aghetti, massa viscida, effervescenza, vento fresco, caldo bruciante concentrato in un solo punto, ecc…) la qualità e a quale famiglia di energie appartenga ciò che stiamo percependo. Osserviamo quindi dei dati empirici (concreti), e non delle teorie mentali.

Puoi scoprire questo metodo nella Tecnica Energo Vibrazionale del Dr. Roberto Zamperini; nella Ricalibrazione Planetaria; nel Metodo SOL; o in tanti altri percorsi con le energie sottili nati a cavallo fra gli anni 80 e 90.

Domanda: Come mai ci si scambia proprio l’energia oro e non altre forme di energia sottile? Ad esempio la volontà di cui parli nell’articolo di qualche giorno fa?

Risposta: Questa è una bella domanda che apre uno scenario molto vasto.

Una prima risposta è quella di chiederci il motivo per cui sentiamo l’impulso di fare l’Amore con un altra persona.

Non c’è forse la ricerca di una condivisione profonda, d’Anima che va per alcuni di noi ben oltre il piacere fisico? E il sesso non è forse un mezzo per mettere al mondo dei figli? E quindi dare spazio ad altre Anime?

Ecco che l’energia oro è la forma ideale di energia naturale per realizzare tutto questo.

Nei suoi aspetti di carburante per la crescita e la rigenerazione diventa la benzina ideale per il corpo sottile di un nascituro.

Ed allo stesso modo quando c’è la volontà di entrare in relazione profonda con un altra persona, ovvero in risonanza, ecco che l’energia oro è il ponte perfetto.

Certo questo ha delle controindicazioni. L’energia oro amplifica e manda in risonanza. Questo vuol dire che man mano che il rapporto affettivo procede stimolerà il venire a galla delle difficoltà, delle dissonanze nella coscienza che i due partner nascondevano dentro di se. Ed ecco come mai dopo la fase di innamoramento iniziale subentra una seconda fase nella coppia in cui si affrontano i reciproci punti difficili.

Domanda: Aspetta come mai nella vita allora ho incontrato persone che sono molto brave ma incapaci di provare emozioni, narcisisti manipolatori che mi hanno usata e tutte le volte che vogliono mi riprendono!

Risposta: Quelle persone sono molto istintive, sanno a un livello basilare come “accenderti” e farti sentire desiderata. Sanno darti molto per poi togliertelo di punto in bianco. E proprio nel fare questo rimani agganciata, perché sono come dei piccoli traumi che travolta dall’impeto della relazione non fai in tempo ad elaborare. Lo scambio di energia oro che si distorce e carica di legami dissonanti mentali-emozionali (tradimento, rifiuto, ecc) alimenta il sentirsi legati. Quando però tocchi le tue debolezze e prendi un altra strada con un profondo atto di coraggio ecco che le cose cambiano e non sei più nelle loro mani. Tutto questo però è materia di psicologia, non di energia sottile, non centra nulla con le difficoltà di cui accennavo prima. I narcisisti manipolatori ti stanno illudendo e illudono se stessi sapendo di farlo – non hanno mai avuto alcuna intenzione di formare una reale relazione. Hanno solo scelto la persona più manipolabile che era disponibile (Nota che questo è ben diverso da quelle persone che fin da subito non avevano intenzione di andare a fondo nella relazione, o da quelle persone che erano inizialmente insicure di se e della relazione e hanno voluto sperarci o provarci davvero ma alla fine non sono riuscite a superare le proprie difficoltà – nel narcisismo c’è il preciso intento di manipolare l’altra persona per i propri fini). Avendo vissuto la stessa dinamica credimi, ne so qualcosa. Questo non è un effetto della condivisione via cuore e sessualità anche di energia sottile, è solo manipolazione mentale e lo è stata fin dal principio. Quella del narcisismo manipolatorio è considerato un disturbo della personalità, e se ne occupa la moderna psicologia.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.