A proposito del denaro e dell’abbondanza. parte III


Si sente spesso parlare di cambiamenti planetari, di evoluzione, di risveglio delle coscienze, eppure sembra che tutto sia sempre fermo. Il punto è che quando si parla di questi argomenti ognuno di noi “legge” queste parole in modi diversi sulla base delle proprie idee preconcette e aspettative. Eppure negli ultimi anni dal 2014 ho personalmente assistito all’inizio di alcuni cambiamenti epocali, alcuni passati completamente inosservati. Parliamo quindi del profondo cambiamento che ha avuto al centro l’energia del denaro in questi anni.

Ma cosa intendo per l’energia del denaro? Ai fini di questo articolo partiamo da un presupposto, che ogni oggetto fisico possiede un campo energetico, di energia sottile, la cui natura dipende principalmente dallo stato dell’oggetto fisico in questione.

Ad esempio se sciogliete in un bicchiere d’acqua del bicarbonato e in un altro bicchiere d’acqua dello zucchero e usando la percezione manuale delle energie sottili vi allenate a percepire la differenza fra le energie emanate dai due bicchieri, scoprirete che c’è una leggera (molto lieve) differenza fra i due. Lo zucchero emana un energia più calda, trasmette una sensazione di proiezione, di emanazione. Il bicarbonato al contrario emana un energia più fredda, che lascia la sensazione di assorbimento, di attrazione. Questo perché la loro natura acida nel caso dello zucchero e alcalina nel caso del bicarbonato influenza il modo in cui la loro energia sottile si manifesta.

Questo effetto di interazione fra energia sottile e materia avviene anche a livello planetario, ad esempio la Terra è l’unico pianeta del Sistema Solare che stimola la produzione di energia vitale ed è l’unico pianeta ad essere lussureggiante e ricolmo di vita sulla sua superficie.

Quanto detto vale per ogni oggetto fisico. Tuttavia oggetti che sono stati caricati di significati particolari hanno un emanazione energetica differente in quanto portano delle memorie con se la cui esistenza è stata programmata appositamente in loro. Ad esempio se prendiamo un quaderno scolastico di un bambino potremmo sentire nel suo campo energetico non solo l’emanazione energetica della carta e dell’inchiostro, ma anche e sopratutto le emozioni e il vissuto che quel bambino ha provato mentre scriveva. E maggiore è l’intensità provata da quel bambino e più intensa e “leggibile” sarà l’impronta energetica che vi è stata lasciata.

C’è anche un altro caso, quello in cui un oggetto rappresenti un simbolo, e che tale simbolo abbia valore per molti milioni di persone. In quel caso il simbolo avrà una debole risonanza con la forma pensiero collettiva creata nei secoli dalle persone che hanno dato potere a quella cosa. E in parte avrà risonanza con l’effetto del simbolo stesso slegato dall’inconscio collettivo. Si perché ogni simbolo ha una natura duale, da un lato può essere lo specchio di un archetipo e quindi essere universale, dall’altro è una sorta di “recipiente” che raccoglie le forme pensiero delle persone e se ne carica.

Ho ad ogni modo detto che tale risonanza è debole, si perché solo i simboli che sono stati collegati alla loro “fonte” alla loro forma pensiero o al loro archetipo in modo diretto sono efficaci in tal senso, tutti gli altri si limitano a emanare molto più debolmente quegli effetti.

E di tutto questo in relazione al denaro che ce ne importa?

È presto detto, ogni banconota è un simbolo che parla della nazione per la quale è stata stampata. Il denaro è un mezzo di scambio che traduce in modo neutro l’impegno e i risultati del lavoro personale. Tuttavia proprio per quello che abbiamo spiegato nei due articoli precedenti il denaro è sempre stato oggetto di molti condizionamenti. Si perché il denaro è potere, il potere di sopravvivere e controllare gli altri. Ma può anche essere il potere di liberare e realizzare la tua vita rispettando quelle degli altri.

Se fino a qualche anno fino a fine Settembre 2014 fa prendevate una banconota degli Euro e la osservate con la percezione manuale delle energie sottili notavate alcune cose interessanti:

• Se osservata dal lato anteriore quello con il disegno delle porte la banconota risucchiava energia. Si, era facile percepirvi un vortice che dalle porte aspirava energia alle persone. E dietro il vortice ci sentivi una massa notevole di condizionamenti, sulle mani pizzicava in modo fastidioso. È quella che chiamiamo “sigillo” sottile ovvero una programmazione fatta apposta con le energie sottili per scopi precisi e poco puliti.

• Se osservavi invece il lato posteriore, quello con l’immagine dei ponti scoprivi che l’energia veniva proiettata via, inviata chissà dove, a nutrire chissà chi.

Ora potete pensare che sia improvvisamente diventato un complottista, oppure potete imparare a percepire le energie sottili e fare da voi il test, ma… il test va fatto tornando indietro con la percezione a prima del 2014, perché oggi il risultato è totalmente diverso!

Se oggi ripetiamo questo stesso test, e vi assicuro che personalmente l’ho ripetuto tante e tante volte nel corso degli anni proprio per vedere se quello che insieme ad altri colleghi avevamo notato era reale, era un fenomeno passeggero, o se ci eravamo sbagliati.

Ebbene se oggi ripetiamo questo test il risultato è opposto:

• Il lato degli euro con la porta emette energia anziché assorbirla!

• Nessun sigillo, nessun condizionamento viene più rilevato!

• Il lato con il ponte recupera da chissà dove l’energia rubata e la restituisce!

Cos’è successo effettivamente? Nei primi tempi potevamo percepire chiaramente che questi condizionamenti cercavano di riformarsi, ma nel tempo sono semplicemente svaniti lasciando spazio all’energia originaria del denaro. Questo è successo a molti livelli e non ha riguardato solo il denaro, molte strutture energetiche – antiche forme pensiero, create nei secoli – sono letteralmente saltate per aria negli ultimi anni.

Domanda: Come fai ad essere sicuro che i condizionamenti negli Euro sono scomparsi? E se sei tu che non li senti ma solo ancora li e invisibili? E se l’Euro emette ma quello che emette è negativo? E chi li ha creati?

Risposta: Su chi li ha creati i complottisti che parlano di energie ed esoterismo fanno molte teorie, alcune sono probabilmente reali. Ma non azzardo ipotesi, perché fondamentalmente ho nessun interesse nella materia. Il vero cambiamento nasce dal superare paure e conflitti interiori, questo ti rende libero. E farlo da se, perché chiedere al\alla “maestro\a” di tenerti la mano finché superi la paura ti rende solo dipendente da quella persona, perché dentro di te crederai che la soluzione alla paura del crescere e del confrontarti con te sia chiedere l’assistenza di quel maestro o di quella maestra. È quando ti confronti con accoglienza e tenacia con te stesso che le cose cominciano realmente a cambiare e li si che si può innestare l’aiuto temporaneo di altre persone. Invece dare la caccia ad alieni invisibili e onnipotenti ti rende solo schiavo delle paure che tu stesso alimenti. E no, non credo siano state oscure potenze aliene.

Ho già accennato molti di questi argomenti un paio d’anni fa nell’articolo “Di mostri, alieni, entità e altro pattume illusorio”.

La sicurezza del cambiamento me la da il fatto che le osservazioni che vi riporto sono state fatte più e più volte da molti altri colleghi del settore.

Quello che ora l’Euro emette è solo la sua energia originaria, nulla di più, la quale nasce dall’idea archetipica del denaro stesso come mezzo di scambio per permettere la sussistenza e la crescita reciproca. È quindi di per se un energia che ha nulla di male, quando non viene caricata di aspettative, desideri, l’odio per non averlo, ecc.. Quello che è scomparso sono quindi solo i condizionamenti possiamo dire “artificiali” per deviare questa energia e usarla a vantaggio di pochi.

Ma il cambiamento non si è limitato al denaro. Sono diversi anni che misuro i campi di coscienza e quello che rilevo è notevole e avviene in tutto il mondo.

Domanda: Aspetta come fai a misurare i.. che cosa? Campi di coscienza??? Ti connetti all’universo e chiedi le risposte?

Risposta: No. Ogni tanto per curiosità analizzo il campo energetico dell’umanità per capire cosa sta succedendo nel mondo. Lo faccio partendo dalla base analizzando quindi il campo energetico delle nazioni. Per analizzare una nazione testo prima le strutture fisiche che sono la manifestazione dell’inconscio di quella nazione. E quindi osservo la percentuale di energia sottile consonante e di quella dissonante e vedo se vi trovo condizionamenti, in relazione alle banconote e alla bandiera di quella nazione. Si perché le banconote sono l’ancoraggio fisico del potenziale economico di quella nazione e quindi misurano la capacità di “nutrire” e “sostenere” la vita dei suoi cittadini. Successivamente testo il campo energetico della nazione stessa, prendendola così com’è, come se stessi osservando una persona reale. Faccio la stessa cosa anche per le religioni e ogni altra cosa che mi venga in mente.

Ovviamente quando faccio questi test mi preparo e mi porto in uno stato di coscienza adeguato, in cui sono attivi i sensi sottili, attraverso un po’ di meditazione e pratica sul mio corpo energetico. Spesso poi questi test li facciamo durante i corsi, perché così servono da allenamento per gli allievi e mi fanno vedere più punti di vista diversi.

A parte questo si possono testare nelle nazioni molti altri parametri, anche ad esempio verificare lo stato degli Assi Celeste e Tellurico, la misura complessiva della “Volontà” della nazione, lo stato delle sue energie sottili planetarie, ecc… E sulla base di questo possiamo quindi parlare di cambiamenti in quanto li vediamo da un punto di vista molto pratico.

Domanda: Non mi pare che l’economia sia cambiata granché, cosa aspettarci da questi cambiamenti?

Risposta: Quello che osservo è un processo di bonifica a più livelli su tutto il mondo. Avverrà questo è certo ma richiederà del tempo. In realtà già oggi possiamo vedere dei risultati sorprendenti. Il settore delle assicurazioni ad esempio sta cambiando profondamente. Qualche settimana fa sono andato a rinnovare la polizza auto e con mia sorpresa parlando del più e del meno l’assicuratrice mi ha raccontato di come ora vengano fatti fare agli assicuratori dei corsi di etica professionale. Si perché mi spiegava che hanno notato come l’atteggiamento del vendere a tutti i costi assicurazioni fatte male non ripaga, anzi fa perdere solo soldi in quanto i clienti che sono stati ingannati poi fanno causa. Mi fece pure leggere delle circolari interne in cui veniva rivalutata la figura dell’assicuratore in carne ed ossa e si spiegava come era importante assistere il cliente aiutandolo a venire a capo delle necessità, perché questo a lungo andare crea più abbondanza per tutti. Perché il cliente che ha ricevuto un buon servizio rimane fedele nel tempo e parla bene dell’assicuratore e questo forse gli porta meno guadagno immediato ma si ripaga enormemente nel lungo periodo. Ecco che se una cosa che per alcuni di noi era ovvia viene capita anche in un ambiente come quello della finanza dove o sei uno squalo o non vivi vuol dire che stiamo davvero vivendo una svolta epocale.

La mia conclusione è sempre la stessa: Forse non oggi, ma più andiamo avanti e sempre di più vediamo che ha successo chi opera con Cuore e con Ispirazione. Invece perderà terreno chi opera schiacciando il prossimo per mero fine personale.

Segue..


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.