COR-Vacuum (II) Campo Informativo e Pratica


Per operare con il Vacuum che incontriamo in meditazione abbiamo creato questo Campo Informativo Eterico Olofrattale F-Aurea.

Sul concetto di Vacuum, come vuoto d’Anima che lascia spazio al permettere la manipolazione o al manipolare il prossimo vedi il post precedente. Quando pratichiamo meditazione o discipline simili, finiamo sempre con il confrontarci con il Vacuum. Alcuni rispondono tappandolo, facendo finta che non esista, cercando di cancellarlo senza averlo compreso ed accolto, e creando al contempo una personalità in cui “io sono solo luce”. Facendo così, negando i nostri lati deboli, fragili, oscuri, anche capaci di sbagliare, anche capaci di arrabbiare e insultare, nascondiamo solo la polvere sotto il tappeto. Tutti viviamo con un Vacuum e re-agiamo in modi differenti. Prenderne atto e accoglierlo è un passo che possiamo compiere.

A volte in meditazione incontriamo disagio, fastidio, e ci fermiamo. Fermiamo le pratiche. Magari pratichiamo solo su altri e mai su noi stessi, un buon modo per evitare di incontrare quel disagio. Tuttavia quel disagio è un possibile, ma non certo, segnale che abbiamo incontrato un bel Vacuum. Per questo in mindfulness (una forma di meditazione derivata da pratiche buddiste laicizzate), così come in Ricalibrazione Planetaria, si trasmette il valore dell’accoglienza di ciò che, in questo momento, stiamo sperimentando, durante la pratica così come durante la vita di tutti i giorni.

Ma quando quel Vacuum viene esplorato, diventa amico? In quel senso oppressivo di vuoto cosa scopriamo? È davvero vuoto è invece pieno di qualcos’altro?

E ciò di cui scopriamo essere ricolmo lo era da sempre o si è generato dal nostro atto di accogliere il vuoto?

Accogliendo quel vuoto scopriamo noi stessi, l’Essere puro, la forza immacolata in Eterno Divenire, che siamo venuti a manifestare in questa realtà e come parte di essa.

Domanda: Non ho capito cosa fa il campo.

Risposta: Come tutti i campi F-Aurea è un intelligenza creata con dei motori per conseguire un Fine, ovvero il compito, un set di istruzioni che gli abbiamo programmato. Se in precedenza le istruzioni erano l’operare sul circuito dei chakra o dei meridiani o nel campo toroidale, questa volta il Fine è quello di assistere i praticanti nello svuotare la palude del vacuum e permettere l’emergere dell’Essere puro che siamo. Aiutare, senza forzature l’operatore ad accedere al nuovo Essere che può Divenire, in Potenza, in Pace Numenica, in COR. Includendo l’accesso o meglio stimolo ad accedere ad un livello meditativo di presenza, in cui viene agevolata la solvenza (de-programmazione) di dissonanze limitanti in tal senso, e agevolata la comprensione degli infiniti se che siamo stati e diverremo.

Obiezione: Ma noi non nasciamo puri!

Risposta: Mi dispiace per te. Ora chiediamoci “l’impurità alla nascita” è un condizionamento? È un sigillo impresso nell’inconscio, nell’Anima, o nella memoria di altre vite, o nella memoria genetica del DNA e negli antenati? A cosa è collegata? Dopo aver sviluppato la percezione manuale delle energie sottili, o un altra forma percettiva adeguata, e aver fatto ricerca, troviamo il sigillo dell’impurità alla nascita su tutti? Anche su orientali? Anche su africani? La mia risposta è no. Lo troviamo su molti occidentali, ma non tutti. È quindi una struttura eterica dissonante? Se si avrai capito che è de-programmabile, purché che tu lo Voglia e che sviluppi i metodi per farlo. Ci sono tante tecniche che una volta studiate e approfondite possono aiutarti in questo, tutte però richiedono lavoro e comprensione.

Veniamo all’esperienza pratica, la quale ricordo non è una sostituzione della psicoterapia o del ricorso alla medicina allopatica, ma è un esperienza finalizzata alla meditazione, e quindi alla scoperta di se tramite i modelli della meditazione e della Ricalibrazione Planetaria sviluppati dal Gruppo F-Aurea.

Esperienza Pratica (versione breve) – COR-Vacuum

Portati in stato meditativo nel modo che scegli, con le tue pratiche, o con quanto già visto in questo contesto, ad esempio come spiegato qui. Quindi fai partire il video del campo COR-Vacuum e accogli le sensazioni che emergono. Puoi quindi guidare il campo anche intuitivamente, focalizzando la tua personale esperienza del vuoto d’anima. E accogliere ciò che emerge, permettendo al tuo Essere Solare, al tuo Essere Puro di venire accolto e alimentato, di emergere al posto del vacuum, senza fretta.

Al termine puoi fermarti e ripensare a quanto hai sperimentato. Oppure puoi far partire il video del campo Portale del Risveglio, e approfondire ulteriormente.

Ricordo che i campi non sono bacchette magiche ma strumenti per facilitare le attività meditative e della pratica con il prana, la materia eterica. Svuotare la palude può richiedere più sessioni di meditazione e in ogni caso il passo, la volontà primaria di mettervi al volante della vita spetta a voi tirarla fuori, così come decidere in che direzione andare.


Informazioni su Manlio Di Donato

Manlio è un Operatore Olistico di livello trainer e Insegnante nelle Discipline Olistiche (libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n. 4) specializzato in Thetahealing ®, Tecnica Energo Vibrazionale ®, e Mindfulness. Fondatore del metodo di Ricalibrazione Planetaria ®.