Ricerche sulla Ricalibrazione Planetaria e le Arti Eteriche F- Aurea.

Studi e Ricerche

Quanto segue è una raccolta di studi eseguiti sugli effetti dei Campi Informativi F-Aurea, e sulla Ricalibrazione Planetaria®, per fini di conoscenza e per nostra curiosità. In quanto pratiche del benessere, non si pongono come sostituti di trattamenti medici o psichiatrici. Queste pratiche e strumenti possono essere utilizzati per sé stessi o a beneficio di altri, con l’obiettivo di incrementare le risorse vitali e il benessere, alla pari di altre discipline come lo yoga, il qi gong, il thetahealing, ecc.

Richiedi un contatto

Compila i seguenti campi per essere contattato da Progetto Terracuore, ti richiameremo quanto prima:

Inserisci in questo campo il tuo nome e cognome
Inserisci in questo campo il tuo numero di telefono
Se hai qualche appunto sugli orari in cui essere richiamato od altro scrivi pure qui in questo campo

Studi e Ricerche

Quanto segue è una raccolta di studi eseguiti sugli effetti dei Campi Informativi F-Aurea, e sulla Ricalibrazione Planetaria®, per fini di conoscenza e per nostra curiosità. In quanto pratiche del benessere, non si pongono come sostituti di trattamenti medici o psichiatrici. Queste pratiche e strumenti possono essere utilizzati per sé stessi o a beneficio di altri, con l’obiettivo di incrementare le risorse vitali e il benessere, alla pari di altre discipline come lo yoga, il qi gong, il thetahealing, ecc.

Campi Informativi e Acqua

Nel corso degli anni, seppur ingenuamente, abbiamo condotto molte ricerche anche talvolta in laboratorio. Uno dei primi test condotto molti anni fa, grazie a un collaboratore, consisteva in una serie di tessere di plastica bianche numerate. Solo in una di queste era stato creato da Francesco Verticchio un campo informativo, specifico per “pulire etericamente ed energizzare” l’acqua, mentre tutte le altre erano semplici tessere di plastica. All’esperimento fu aggiunto anche uno strumento, simile ai nostri Campi Informativi, ma creato da un gruppo differente, e basato su principi simili ai nostri. L’esperimento venne poi svolto da persone a noi totalmente estranee, in laboratorio, esponendo dei contenitori pieni d’acqua alle varie tessere, e analizzando poi come cambiava lo spettro di assorbimento della luce nell’acqua stessa.

Il risultato fu netto: la nostra tessera mostrò in tutti i casi come lo spettro di assorbimento della luce nell’acqua si spostava nella regione dell’ultravioletto. Mentre l’acqua esposta alle tessere normali mostrava cambiamenti del tutto casuali e poco significativi, lo strumento dell’altro gruppo dimostrò invece di poter spostare in tutti i casi lo spettro di assorbimento della luce dell’acqua nella regione dell’infrarosso.

Abbiamo sempre sostenuto che i Campi Informativi portano per l’appunto informazione e non “energia”. E, di come ciò che riceve l’informazione, in questo caso l’acqua, produca poi i cambiamenti necessari. Questo presuppone l’esistenza di una sorta di “intelligenza” presente in tutte le cose, da noi chiamata “Campo Eterico”, con la quale i Campi Informativi interagiscono.

Campi Informativi e Capacità Uditiva

Un altro esperimento, che ci diede risultati sorprendenti e inaspettati, fu eseguito nel 2001 in collaborazione con un medico presso una struttura ospedaliera in Italia. L’obiettivo dell’esperimento era verificare se si osservassero cambiamenti nella capacità uditiva di un volontario. Il test venne eseguito misurando le otoemissioni, ovvero la capacità di percepire i suoni, in due condizioni diverse.

Inizialmente, si misurò la capacità uditiva tenendo un normale telefono cellulare all’orecchio del volontario. Successivamente, si ripeté la misurazione appoggiando una semplice card di PVC, su cui era stato creato e stabilizzato un Campo Informativo, sul cellulare tenuto sopra l’orecchio. Questo Campo Informativo era concepito in modo molto semplice per il Fine di ripulire e rendere compatibile con la “forza vitale umana” l’etere, che era stato irritato e reso dissonante dall’elettrosmog.

I risultati, visibili nella foto sottostante, mostrarono che non si osservò alcun cambiamento nella capacità uditiva tenendo solo il cellulare all’orecchio. Al contrario, si registrò un sensibile incremento della capacità uditiva nell’orecchio sinistro, quando sul cellulare veniva appoggiata la card con il Campo Informativo.

Ricalibrazione Planetaria® e Postura

Un più recente esperimento, fu fatto invece con la Ricalibrazione. Un gruppo di nuovi studenti, che avevano iniziato a praticare da circa un mese, fu sottoposto a controllo tramite pedana stabilometrica, condotto da un ingegnere biomedico. La pedana stabilometrica serve a mostrare tramite un computer come una persona distribuisce il peso corporeo e per analizzare eventuali problemi di equilibrio o postura, ed è utilizzata in fisioterapia medica così come in ambito sportivo.

Gli allievi utilizzarono quindi la pratica meditativa della Ricalibrazione per 10 minuti. Specificamente, portarono le Forze Eteriche di alcuni corpi celesti nella colonna vertebrale e usarono un Campo Informativo creato appositamente per facilitare la meditazione. Il risultato fu che, con stupore dello stesso ingegnere, la postura, misurata tramite la pedana, si correggeva e raddrizzava in modo significativo.

È interessante notare la risposta spontanea del corpo a una pratica meditativa con le cosiddette Forze Eteriche dei Corpi Celesti. Non fu infatti fatta una pratica mirata a “cambiare” o “guarire” in nessun modo la colonna vertebrale, ma una forma più semplice di meditazione basata sul richiamare e mantenere dentro di sé ciò che definiamo Forza Eterica dei corpi celesti, unita ai nostri Campi Informativi. Ciò può far supporre che esiste un ordine innato, presente nel corpo, o meglio nel Campo Eterico del corpo, e che esso a determinate condizioni possa venire in parte ripristinato o potenziato.

Va ricordato, però, che ciò che proponiamo come Ricalibrazione Planetaria®, F-Aurea e Campi Informativi non ha interesse né pretesa di sostituirsi alle terapie mediche o psichiatriche. Queste pratiche sono invece approcci olistici, forme di meditazione teurgica ed eterica, dedicate al benessere naturale, alla riscoperta dell’essenza dell’essere umano.

Esperimenti condotti con Tecnologie Non Convenzionali e di Frontiera

Negli anni abbiamo condotto esperimenti con numerosi macchinari creati da scienziati “alternativi”. Sebbene tali strumenti siano generalmente considerati pseudoscienza, i dati forniti risultano comunque interessanti. Parliamo di apparecchiature la cui tecnologia è generalmente nata intorno agli anni 70 del 1900, ma soltanto dopo il 2000 si è potuta vederne una maggiore diffusione, al punto che nel caso dei due apparecchi citati, in Russia, è possibile trovare documenti apparentemente scientifici che ne parlano, fra cui: report ospedalieri, esperimenti universitari, e convegni medici. Noi li abbiamo usati per vedere se mostravano dei cambiamenti di stato, misurando su di noi e negli allievi prima e dopo la pratica di Ricalibrazione Planetaria e l’uso dei Campi Informativi F-Aurea.

Ricalibrazione Planetaria® e Biowell

Il Biowell è uno strumento realizzato dal Dr. Konstantin G. Korotkov, professore russo in scienze dei computer e biofisica. Nasce come una moderna evoluzione dell’antica Camera Kirlian e sembra essere in grado di rilevare alcuni parametri relativi alla vitalità complessiva della persona, in particolare ciò che Korotkov chiama biofotoni.

A nostro avviso, il difetto principale del Biowell è che fornisce pochi valori complessivi ed è estremamente sensibile. I parametri misurati tendono a cambiare facilmente in base all’umore e allo stato della persona. Per questo motivo, durante il suo utilizzo, abbiamo eseguito una scansione preliminare, quindi, dopo la pratica di Ricalibrazione e l’uso dei Campi Informativi, abbiamo ripetuto mediamente dalle tre alle cinque scansioni. Questo procedimento ci ha permesso di verificare se e quali parametri venivano rilevati come stabili dallo strumento. Abbiamo ripetuto il test molte volte proprio per identificare i parametri stabili, cioè quelli che venivano sempre rilevati dallo strumento in maniera coerente.

Se uno strumento fornisce parametri che cambiano costantemente ad ogni rilevazione, anche se eseguita a pochi secondi di distanza, è evidente che c’è qualcosa che non va: o lo strumento non funziona correttamente oppure è talmente sensibile che una minima variazione di temperatura della stanza ne modifica la rilevazione, rendendolo così inutile.

Da questo punto di vista, il Biowell si è dimostrato una via di mezzo: ha effettivamente mostrato che i parametri rilevati cambiavano dopo le pratiche, ma, a causa della sua sensibilità, era necessario ripetere più volte i test per verificare la stabilità dei risultati.

Abbiamo condotto esperimenti con il Biowell anche su altre forme di meditazione, tra cui il ThetaHealing, verificando come sempre i parametri del volontario prima e dopo la pratica. E sì, tendenzialmente lo strumento rileva un incremento del rilassamento, una diminuzione della tensione e un aumento della lucidità mentale. Qui di seguito potete vedere un estratto riassuntivo della documentazione fornita dal Biowell eseguendo una scansione prima e dopo una sessione con i Campi Informativi F-Aurea. È importante ricordare che sia il Biowell che l’opera dei Campi Informativi F-Aurea si rivolgono alla sfera del benessere e della vitalità e non costituiscono un sostituto medico o una forma di diagnosi.

Riferimenti: [Bio-Well](https://www.bio-well.com/)

Campi Informativi e 9D NLS Bioplasm

Quella che chiamo 9D NLS Bioplasm è una vasta serie di strumenti, tutti variazioni di uno stesso apparecchio. Viene commercializzata in diverse versioni in Cina e Russia e importata in alcuni paesi europei con vari nomi e vari costi, fra cui 3D NLS, Metatron NLS, Hunter NLS, Biophilia NLS, ecc… La tecnologia NLS utilizza frequenze elettromagnetiche per rilevare i parametri di forza vitale nelle persone, quindi li interpreta secondo un suo database interno. Ancora una volta, ricordo che in Occidente questi apparecchi sono considerati pseudoscienza.

Quello che ci ha sorpreso di tale apparecchio è che, utilizzando sullo stesso soggetto tre macchine di produttori differenti, i risultati erano pressoché identici, con solo minime variazioni. Questo lo rende ai nostri occhi uno strumento molto stabile. Se le sue misurazioni fossero casuali, non si spiegherebbe come mai tre apparecchi diversi, con tre software diversi ma basati sullo stesso concetto, forniscano risultati quasi identici.

Ad ogni modo, tali apparecchi sono abbastanza difficili da usare, in quanto generano una grande quantità di falsi positivi e falsi negativi, che devono poi essere filtrati da personale appositamente preparato, cosa che la macchina non fa in automatico. Tuttavia, anche in questo caso, i test eseguiti hanno mostrato che i parametri vitali tendono generalmente a migliorare dopo una pratica di Ricalibrazione con i Campi Informativi F-Aurea e con la normale meditazione. Ricordo però che parliamo di incremento della vitalità, quindi di benessere, non di cure miracolose.

Conclusioni circa le strumentazioni alternative e di frontiera

I test condotti con Biowell e NLS Bioplasm, hanno mostrato la capacità di rilevare cambiamenti di stato nei praticanti di Ricalibrazione Planetaria®, oltre che dall’utilizzo dei Campi Informativi F-Aurea.

Le ipotesi sono quindi due:

1. Questi strumenti sono in parte capaci di misurare “qualcosa” e riescono a rilevare i cambiamenti indotti dalle nostre pratiche e dagli strumenti eterici.

2. Questi strumenti forniscono valori totalmente casuali.

Va tuttavia detto che, in tutti gli esperimenti, anche noi, utilizzando i nostri metodi percettivi, osservavamo e misuravamo il campo eterico dei praticanti, trovando piena corrispondenza con quanto veniva rilevato dagli apparecchi in questione. Se fosse valida la seconda ipotesi, sarebbe difficile spiegare perché la nostra osservazione tramite percezione eterica coincida con i risultati degli strumenti.

La mia conclusione è che tali strumenti, insieme a molti altri, siano solo parzialmente efficaci. Alcuni di essi devono essere utilizzati da persone con un’adeguata preparazione, altrimenti non è possibile né far funzionare correttamente lo strumento né comprenderne i dati, o persino fraintenderli. Altri, come il Biowell, sono semplicemente troppo sensibili per poter fornire dati concreti. Insomma, come disse Gallileo “Eppur si muove!”, in un senso e nell’altro ma necessita di ulteriori approfondimenti. Dal canto nostro abbiamo nessun interesse a venire considerati una pratica di “guarigione”, in quanto il nostro fine è di dare strumenti e pratiche capaci di restituire ai praticanti il loro potere, piena chiarezza interiore, la capacità di agire, cambiare e crescere, la capacità di sentire, e comprendere in totale autonomia la direzione verso cui dirigere la propria vita.

Esperimento con i Quantum Dots

Un altro esperimento interessante venne svolto da Francesco grazie alla collaborazione di un ricercatore specializzato nei Quantum Dots, ovvero microscopici cristalli capaci di assorbire specifiche lunghezze d’onda dello spettro elettromagnetico. I Quantum Dots, grazie alle loro propietà, possono venire letteralmente programmati con una frequenza elettromagnetica tramite laser, ad esempio la frequenza di un rimedio, e sembra siano capaci, se ricevono energia fisica, ad esempio calore o luce solare, di ritrasmettere poi tale frequenza, al punto da avere possibili applicazioni anche in ambito medico. La durata di tale informazione programmata nei Quantum Dots tuttavia appare limitata nel tempo.

L’esperimento venne svolto misurando un gruppo di Quantum Dots su cui era stata impressa la frequenza dell’ozono, e su cui gli strumenti del laboratorio confermavano la cosa. Francesco Verticchio creò quindi sugli stessi Quantum Dots un Campo Informativo contenente una replica eterica del Campo Eterico dell’ozono. La misurazione successiva non avrebbe dovuto mostrare alcun cambiamento – ricordiamo infatti che tutti i test condotti di cui siamo a conoscenza sono in grado di osservare gli effetti delle Forze Eteriche, dette anche Energie Sottili, ma di come nessuno abbia finora visto al microscopio tali forze o energie. Invece, con sommo stupore, ci venne detto che gli strumenti mostravano nei Quantum Dots analizzati ben due frequenze parallele, non una, la seconda poteva essere soltanto la manifestazione elettromagnetica del Campo Eterico dell’Ozono portato da Francesco.

La cosa, ad ogni modo, non ha avuto alcun seguito, ma ci ha spronati a continuare sulla strada intrapresa, nel rendere i Campi Informativi sempre più efficienti e sempre più capaci di interagire con l’ambiente.

Astrologi e Sensitivi

Ma cosa succede quando ad analizzare le nostre pratiche sono operatori olistici provenienti da scuole completamente diverse dalla nostra? Parliamo nello specifico di operatori che nelle loro modalità hanno sviluppato l’arte di misurare ciò che chiamiamo forze eteriche. Questi costituiscono un settore di nicchia, sono pochi e solitamente molto chiusi alle novità. Semplicemente, molti quando imparano a misurare l’etere, si accorgono dei profondi squilibri che vengono spacciati per energie di benessere, che si incontrano normalmente, o persino di casi di totale inefficacia. Tuttavia, quando i nostri campi vengono misurati, lasciano sempre gli operatori stupiti.

Una testimonianza in tal senso ci proviene da P.O., un architetto con una lunga esperienza di Ricalibrazione, la quale ha lavorato più volte con i metodi della Ricalibrazione sia sul tema natale dell’astrologia classica, sia su quello dell’astrologia Jyotish (vedica induista). Un giorno, si recò da un operatore che non sapeva nulla di ciò che lei aveva fatto, né conosceva la Ricalibrazione. Questo operatore, con una formazione da astrologo e radiestesista, prima calcolò il tema natale come vuole l’astrologia classica, poi misurò con il pendolino ed i metodi appresi in radiestesia l’effettiva influenza e potenza delle negatività del tema natale così calcolate. Il risultato fu che, con sommo stupore di questo operatore, P.O. risultò totalmente priva di negatività nel tema natale, anche se queste potevano essere calcolate in base al giorno di nascita.

Quando un altro operatore, che non sa nulla di te, di ciò che fai, né che lo hai fatto, conferma ciò che hai fatto, forse significa che ci stiamo muovendo nella direzione giusta. In altre parole: Eppur si muove!

È importante poi sottolineare come il test migliore non venga dato dagli allievi che tu stesso hai contribuito a formare, ma da persone che sono totalmente fuori dalla tua cerchia. Il test peggiore è quello che un allievo, col cuore colmo di gratitudine e rispetto, può dare al maestro. Difficilmente sarà obiettivo. Per valutare oggettivamente un metodo è necessario vederlo dall’esterno. Questa è la stessa qualità, il vedersi allo specchio con onestà, che si cerca di far scaturire negli allievi della Ricalibrazione, tramite le varie pratiche di meditazione e con i Campi Informativi.

Le Critiche

Tuttavia, non siamo esenti da critiche. Negli anni, alcune persone, principalmente operatori che si sono avvicinati ai nostri metodi e poi allontanati, riportano che i Campi Informativi siano “troppo veloci” o che “tolgano il controllo”, e che “danno troppo potere”, lasciando spaventate tali persone per quanto profondamente i Campi operino. Tuttavia, per noi è una grande conferma, in quanto lavoriamo proprio per questo: creare strumenti capaci di restituire ai praticanti il loro reale e sano potere, di aiutarli a superare i loro stessi limiti, per divenire veri motori di sano cambiamento, efficace, profondo, duraturo.

Molte pratiche, per quanto efficaci, sono infatti limitate dal fatto che la mente stessa del praticante è ciò che le fa funzionare – in tale modo, si rimane all’interno dei limiti della mente stessa. Invece, a noi interessa realizzare strumenti che possano aiutarci a superare i nostri stessi limiti in primis, e che nel farlo siano molto rapidi. Ovviamente, tutto questo mantenendo sempre rigorosi parametri di sicurezza; tutto nei campi opera per la massima consonanza di chi li utilizza. Tolgono il controllo? No, semmai tolgono l’illusione del controllo, e aiutano a lasciar andare il superfluo, le scorie della mente, per far emergere la divina essenza insita in ciascuno di noi, abbinati a pratiche meditative, teurgiche e di consapevolezza. Quanto alla critica sul potere va rigettata, in quanto viviamo in una società che è terrorizzata dal potere dell’individuo quello sano che nasce dal COR, parola latina che può venire tradotta come virtù, cuore, sentimento. All’opposto questa società sembra fare di tutto per creare paura, svilire l’essere umano, privarlo della sua dignità educandolo alla falsità, fargli credere che cedere il proprio potere, ad esempio dando ad altri la responsabilità di decidere per la propria vita, sia cosa buona e giusta. Se esiste una guarigione spirituale, così come sostengono alcuni nel settore delle arti olistiche ed orientali, questa nasce proprio dalla riappropriazione del proprio potere. Come nella famosa frase “l’essere umano è un dio materiale, che ha scordato la sua reale natura, e perso nell’oblio dei sensi si crede polvere, quando invece tale polvere è fatta di stelle.”.

Visita il negozio online F-Aurea

nel webshop troverai tutti i webinar e non solo

Iscriviti alla Newsletter

(non condividiamo i tuoi dati con nessuno, il tuo indirizzo serve solo a farti ricevere le comunicazioni)